Ebookandbook.it

Guide e approfondimenti di interesse pubblico

Visitare Francoforte

Francoforte è una città della Germania centrale, una delle principali città tedesche, forse paragonabile a quello che è Milano per l’Italia, una città attiva, la capitale economica del Paese, sede della BCE e dotata di uno degli Aeroporti più importanti del mondo. Oltre a questo Francoforte a.m. ha una grande valenza turistica non pienamente sfruttata e conosciuta.

La dualità di Francoforte a.m.

Francoforte a.m. (dove a.m. sta per An Mein, sul Meno, il fiume che l’attraversa), è una città modernissima, con molti grattacieli che ne disegnano il profilo a cui si accostano, in contrasto, antiche case  in legno di stile tipicamente nordico, a tralicci, risalenti al ‘700 che meritano sicuramente una visita, immancabile.

C’è davvero tanto da vedere a Francoforte, in questo articolo abbiamo dovuto riassumere in poche segnalazioni le cose principali da vedere ma siamo certi che in una tua visita a questa città avrai modo di scoprire molto altro.

La Riviera dei Musei (Museumsufer)

Nei pressi del fiume che attraversa la città, il Meno, si trovano diversi Musei, da qui il nome di Riviera dei Musei. Tra gli altri anche il Museo del cinema tedesco e quello di belle arti. Una visita a questi Musei è anche l’occasione per fare una piacevole passeggiata sulla riva del fiume mentre non molto distante, al sabato, si trova il più grande mercato delle pulci della città.

Sempre in tema di Musei ti segnaliamo l’imperdibile museo di storia naturale Naturmuseum Senkerberg, il più grande di tutta la Germania al cui interno sono custoditi migliaia di oggetti alle mummie egizie ma anche il fiore all’occhiello del museo: una collezione straordinaria di scheletri di dinosauri che è tra le maggiori di tutta Europa.

Gli edifici religiosi

Per conoscere una città si deve passare anche dagli edifici religiosi, dalle Chiese e dalla Cattedrale della città e di conseguenza ti parliamo anche di questo, a prescindere dalle tue convinzioni religiose, in quanto spesso ricche di storia, arte e architettura, valori universali.

La Chiesa di San Paolo

Sorta tra il 1789 e il 1833, la Chiesa di San Paolo è considerabile la culla della democrazia tedesca essendo stata utilizzata per incontri politici e diventata sede del primo Parlamento tedesco liberamente eletto nel 1848.

Oggi questa Chiesa ha perso la sua connotazione Religiosa per divenire sede di mostre e altri Eventi.

La Chiesa di San Giustino (Justiniuskirche)

Una splendida Chiesa assolutamente da vedere questa dedicata a San Giustino. Situata nella zona di Francoforte chiamata Höchst, presenta un’eccezionale architettonica e oltre alla sua bellezza si caratterizza anche per essere uno dei più antichi edifici religiosi di tutta la Germania, oltre, ovviamente, della città di Francoforte.

La Cattedrale di San Bartolomeo

Ecco un altro esempio di notevole importanza storica di un edificio religioso, sotto un aspetto se vogliamo slegato dalla Religione.

La Cattedrale di San Bartolomeo ha visto celebrare al suo interno l’incoronazione di molti Imperatori nel periodo tra il 1562 e il 1792, fatti che le hanno valso anche il nome di Keiserdom. Duomo degli Imperatori.

Di notevole altezza, con i suoi 96 metri, il Duomo negli anni ’50 era l’edificio più alto di tutta la città.

Il Römerberg

Tradotto letteralmente dal tedesco, il Römerberg è la “montagna di Roma”, una piazza importante che è il vero centro storico assoluto di Francoforte. Su questa piazza si affaccia l’antichissimo Palazzo del Municipio risalente al 1405. Questa piazza è stata anche teatro della prima Fiera di Francoforte nel XIII Secolo. Da ammirare assolutamente il vecchio Municipio, un esempio straordinario di architettura nordica medievale.

Il Römerberg è affiancato da numerose case della stessa epoca, ancora in eccezionali condizioni, in legno con la tipica struttura nordica, assolutamente da ammirare.

La Casa di Goethe

Non si può parlare di Francoforte senza parlare del celebre Goethe che qui nacque nel 1749. La sua casa andò distrutta nel corso della seconda guerra mondiale ma venne ricostruita con i mobili originali restaurati e oggi è visitabile. Si può ammirare, tra l’altro la scrivania dove Goethe scrisse “I dolori del giovane Werther”, una delle sue opere più celebri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *